Tesserino STP (Stranieri Temporaneamente Presenti): cosa è e come funziona

In Italia tutte le persone hanno diritto ad essere curate, anche chi è senza documenti e non ha un permesso di soggiorno. Le persone che non hanno il permesso di soggiorno possono ottenere il tesserino STP per accedere alle cure e ai servizi sanitari.

Cos’è il tesserino STP?

Il tesserino STP è un documento che serve alle persone senza permesso di soggiorno per poter usare i servizi del sistema sanitario nazionale (SSN). 

Viene chiamato tesserino, ma in realtà è un foglio con sopra scritto un codice, il codice STP. Quando ti viene chiesto il tesserino STP devi mostrare il tuo foglio con il codice.

Con il tesserino STP puoi ricevere:

  • cure urgenti (in ospedale o ambulatorio), cioè se ti trovi in pericolo di vita,
  • cure essenziali (in ospedale o ambulatorio), quindi per malattie che potrebbero causare problemi alla tua salute nel tempo,
  • cure continuative, cioè le cure di cui hai bisogno per malattie che durano a lungo.

In particolare, è sempre garantito l’accesso a tutte le cure necessarie a donne in gravidanza e maternità e ai minori di 18 anni.

IMPORTANTE: anche se non hai il permesso di soggiorno, puoi usare i servizi del sistema sanitario nazionale senza essere denunciato alla Polizia. Nessun medico, infermiere o membro del personale amministrativo sanitario può denunciarti alla Polizia per non avere il permesso di soggiorno. Essere curato è un tuo diritto e non dipende dalla tua regolarità sul territorio italiano.

Devi richiedere il tesserino STP all’Azienda Sanitaria Locale della tua città. 

Se invece hai bisogno di cure urgenti e non hai ancora il tesserino STP, puoi richiederlo all’ambulatorio o al Pronto Soccorso dove ricevi le cure.

Per ottenere il tesserino STP devi essere in Italia da almeno 3 mesi. In teoria puoi ottenere il tesserino anche se non hai il passaporto o un documento di identità, ma in alcune regioni è obbligatorio presentare il passaporto o un documento di identità per averlo.

Per richiederlo dovrai compilare un modulo con i tuoi dati personali (come nome, cognome e nazionalità) e firmarlo.

Il tesserino STP è gratuito. 

Anche le cure che riceverai quando ne avrai bisogno saranno quasi totalmente gratuite. Dovrai solo pagare un contributo, cioè un ticket, come le altre persone che vivono in Italia. Tutte le persone con il tesserino STP rientrano nella fascia di reddito più bassa, quindi pagano il ticket più basso possibile.

Se però sei in difficoltà economica e non hai i soldi per pagare il ticket, puoi ottenere l’esenzione (cioè non pagare). Questo tipo di esenzione si chiama X01. Per ottenerla dovrai presentare un modulo di autocertificazione, chiamato “autocertificazione di indigenza”, dove dichiari la tua situazione economica. Puoi richiedere questo modulo, compilarlo e consegnarlo allo sportello dove fai il tesserino STP. 

L’autodichiarazione di indigenza è valida per 6 mesi, come il tesserino STP. Dopo 6 mesi devi presentare una nuova autocertificazione di indigenza allo sportello dove hai fatto la richiesta di tesserino per continuare ad avere l’esenzione X01.

Il tesserino STP è valido per 6 mesi.
Può essere rinnovato e puoi rinnovarlo all’ambulatorio/sportello dell’Azienda Sanitaria Locale dove hai fatto la prima richiesta.

Potrebbe interessarti

  • Gli ambulatori per Stranieri Temporaneamente Presenti (STP)

    Apri articolo
  • Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) – I livelli

    Apri articolo
  • Il ticket sanitario: quando e come si paga

    Apri articolo

Vuoi ricevere aggiornamenti sui nostri servizi e le informazioni disponibili?

Iscriviti alla nostra newsletter ed entra a far parte della Community di ItaliaHello!