Il permesso di soggiorno in Italia

Il permesso di soggiorno è il documento che permette ai cittadini extracomunitari di vivere in Italia. Hai bisogno di un permesso di soggiorno se rimani in Italia per più di 90 giorni. Scopri se hai bisogno di un permesso di soggiorno e come fare domanda.


Primo piano di un uomo

Se soggiorni in Italia per meno di 90 giorni, non hai bisogno di un permesso di soggiorno. Se vieni da un paese dell’UE hai solo bisogno del timbro di entrata sul passaporto e se vieni da un paese non UE hai solo bisogno del visto turistico. Se invece soggiorni per 90 giorni o più e vieni da un paese dell’UE non hai bisogno di un permesso di soggiorno, ma se vieni da un paese non- UE hai bisogno di un permesso di soggiorno.

Il permesso di soggiorno è collegato al tipo di visto che hai. Ad esempio, se il visto è un visto di lavoro, riceverai un permesso di soggiorno per lavoro. Oppure, se sei entrato in Italia con un visto di studio, riceverai un permesso di soggiorno per studio. Leggi di più sui tipi di permessi di soggiorno.

Fare richiesta del il permesso di soggiorno

Devi fare richiesta del permesso di soggiorno entro 8 giorni dal tuo arrivo in Italia. In alcuni casi, devi fare richiesta del permesso alla Questura della tua città. In altri casi fai richiesta all’ufficio postale attraverso la compilazione di un kit . Scopri dove fare richiesta del permesso di soggiorno.

Per la richiesta hai bisogno di:

  • il tuo passaporto ed il visto con i quali sei entrato in Italia (e una copia di tutti e due)
  • Il modulo per la richiesta che ricevi alla Questura o la ricevuta che ti hanno dato all’ufficio postale
  • i documenti richiesti per il permesso di soggiorno per cui stai facendo richiesta- clicca sul tuo tipo di permesso
  • 4 foto recenti formato fototessera
  • una marca da bollo da €16.00, che compri nelle tabaccherie
  • una ricevuta del pagamento (fai questo pagamento alla posta con un bollettino) di
    • €40 per un permesso da 3 mesi a 1 anno
    • €50 per un permesso da 1 anno a 2 anni
    • €100 per un permesso più lungo di 2 anni
  • ricevuta di pagamento di €30,46 per stampare il tuo permesso (fai questo pagamento alla posta con un bollettino)
  • pagamento di €30 per l’invio della tua richiesta (se fai richiesta all’ufficio postale)

IMPORTANTE: Fai alcune fotocopie di tutti i tuoi documenti!

Alcune categorie di persone non pagano la somma di €40/€100. Queste categorie sono:

  • persone con meno di 18 anni (minorenni)
  • apolidi (senza cittadinanza)
  • richiedenti asilo
  • persone che hanno ottenuto un tipo di protezione internazionale (status di rifugiato, protezione sussidiaria o protezione per casi speciali)
  • persone che richiedono il duplicato del loro permesso di soggiorno
  • persone che sono Italia per ragioni mediche e i loro accompagnatori

Dopo aver fatto richiesta

Sia che tu faccia richiesta alla Questura o all’ufficio postale, riceverai una notifica (via lettera o via SMS) che ti dirà di andare alla Questura per un passo importante prima che tu prenda il tuo permesso di soggiorno: impronte digitali e fototessere. Per legge, la Questura deve avere le tue impronte digitali e le tue foto per fare il tuo permesso di soggiorno. In alcune Questure, impronte digitali e foto vengono fatte lo stesso giorno in cui fai la tua richiesta.

IMPORTANTE: Quando fai richiesta, ricevi una ricevuta (che tutti chiamano “cedolino”) della tua richiesta e la data in cui puoi ritirare il tuo permesso di soggiorno. Fino a quando non hai il tuo vero permesso di soggiorno, questa ricevuta è il documento che ti permette di stare in Italia. Portalo sempre con te!

Se hai problemi o domande sulla tua richiesta, puoi andare agli uffici del Comune che si occupano di immigrazione. O puoi andare al patronato locale. Un patronato è un ufficio che dà informazioni ai lavoratori.

Per trovare il tuo patronato locale, cerca online le parole “patronato in [nome della tua città].”

Puoi controllare lo stato della tua richiesta di permesso di soggiorno online.

Sul Portale Immigrazione puoi scoprire di più sulle richieste di permesso di soggiorno.

Come rinnovare il permesso di soggiorno

Ogni permesso di soggiorno ha una data di scadenza. Se vuoi rinnovare il tuo permesso di soggiorno, devi fare richiesta almeno 60 giorni prima che il tuo permesso scada. Come hai fatto per la prima richiesta di permesso di soggiorno, devi fare richiesta di rinnovo o alla Questura o all’ufficio postale a seconda del tipo di permesso.

Per fare la richiesta per il rinnovo del permesso di soggiorno hai bisogno di:

  • il modulo che trovi alla Questura o all’ufficio postale, compilato
  • una fotocopia del tuo passaporto
  • una del tuo permesso di soggiorno
  • una fotocopia del tuo codice fiscale
  • una marca da bollo da €16, che compri nelle tabaccherie
  • ricevuta di pagamento di €30,46 per stampare il tuo permesso (fai questo pagamento alla posta con un bollettino)

Potrai anche avere bisogno di altri documenti in base al tuo permesso di soggiorno. Gli altri documenti che dovrai presentare sono probabilmente gli stessi che hai dovuto mostrare per ottenere il tuo permesso di soggiorno. Per esempio:

  • permesso di soggiorno per lavoro subordinato
    Avrai bisogno di una copia del tuo modello Unilav (firmato da te e dal tuo datore di lavoro) e una prova del tuo domicilio (contratto di affitto) e alcuni documenti finanziari (ad esempio, la tua ultima busta paga e dichiarazione dei redditi).
  • permesso di soggiorno per motivi familiari
    Avrai bisogno di una prova del tuo status familiare (che puoi richiedere all’Ufficio Anagrafe del comune in cui vivi) o certificato di matrimonio e una prova del tuo domicilio.

Per essere sicuro di avere tutti i documenti che servono per la richiesta di rinnovo, puoi chiedere al Comune o alla Questura.

IMPORTANTE: fino a che non hai il tuo nuovo permesso di soggiorno, la ricevuta della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno è il documento che ti permette di rimanere in Italia. Portala sempre con te!