Coronavirus: altre informazioni per stranieri

infografica globo- coronavirus

In questa situazione di emergenza è importante capire cosa fare e come proteggersi. Proprio per proteggere le persone, tanti uffici, associazioni e servizi per i rifugiati, i richiedenti asilo e gli stranieri sono chiusi, hanno cambiato orario o modo di lavorare.

La legge dice che le persone devono stare lontane almeno un metro e che non si può stare tutti nella stessa stanza. Per questo motivo sono chiusi tutti i corsi di lingua italiana, gli sportelli per trovare un lavoro, i corsi di formazione professionale e tante altre attività di accompagnamento e socializzazione.

Controlla sul sito dell’associazione che organizza le attività a cui partecipi se sono aperti o chiusi. Alcuni hanno cercato di aprire dei servizi on-line o per telefono.

Se sei a Roma puoi vedere qui quali servizi sono aperti e come raggiungerli.

Se devi richiedere o rinnovare il permesso di soggiorno o altri documenti leggi più informazioni su questa pagina.

Ecco qui una lista di risorse create da organizzazioni che lavorano con gli stranieri che potrebbero esserti utili:

  • La campagna “Non sei solo”, lanciata dell’associazione Cambalache, nasce per aiutare i cittadini stranieri a capire cosa fare in caso di contagio sospetto ed essere informati sui servizi territoriali attivi. Visita questa sezione del loro sito e la loro pagina di Facebook.
    L’ associazione Cambalache mette anche a disposizioni il numero WhatsApp 351.0901647 – disponibile a ricevere chiamate per fornire informazioni da lunedì a venerdì dalle 11 alle 13.

Video

  • Il Grande Colibrì e il Naga stanno pubblicando informazioni sul Coronavirus ed il materiale è aggiornato di ora in ora, con aggiunta di nuove lingue.
    Coronavirus: posso uscire di casa? Quando? Perché? Su questa pagina trovate tradotti in alcune lingue (al momento albanese, arabo, francese, inglese, portoghese e spagnolo) testi e video che parlano di come, quando e per quali motivi è possibile muoversi dal proprio domicilio. 
    Coronavirus in Italia: video, testi e traduzioni per migranti è attualmente disponibile in albanese, arabo bangla, bosniaco, cinese, croato, francese, inglese, montenegrino, portoghese brasiliano, punjabi, rumeno, russo serbo, singalese, somalo, spagnolo, tedesco, tigrino, turco, urdu, wolof.
  • La cooperativa Odissea ha girato dei video informativi sul Coronavirus in singalese, arabo russo e Pidgin English.
  • La campagna #ItDependsOnUs lanciata dai progetti SPRAR/SIPROIMI di Acireale e Catania consiste in 9 video sull’emergenza Coronavirus realizzati in molte lingue, tra cui mandingo, pulaar e pashto.

ItaliaHello ringrazia tutte le associazioni che stanno lavorando per garantire l’accesso alle informazioni ai cittadini stranieri durante questa emergenza sanitaria.